Alternanza Scuola Lavoro: come fare?

Le ore complessive da svolgere per l’alternanza scuola lavoro sono differenti in relazione al corso di studi:

licei: 200 ore;

indirizzi Tecnici: 400 ore;

indirizzi Professionali: 400 ore;

Le ore sono complessive, da accumulare nel corso dell’ultimo triennio entro gli esami di Stato (maturità).

La normativa non assegna all’alternanza scuola lavoro un monte ore annuale predefinito, lo studente può scegliere in autonomia come suddividere le ore durante gli anni scolastici.

Per la validità del percorso di ASL è necessaria la frequenza di almeno 3/4 del monte ore previsto del MIUR, vale a dire:

frequenza minima alternanza scuola lavoro per licei di 150 ore;

frequenza minima alternanza scuola lavoro Professionali di 300 ore;

frequenza minima alternanza scuola lavoro Tecnici di 300 ore.

Chiudi

L’attività di Alternanza Scuola Lavoro deve essere conforme al proprio indirizzo di studio. I progetti di Alternanza possono essere svolti presso imprese, aziende, associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, ordini professionali e istituzioni.

Gli studenti iScuola possono confrontarsi con il proprio Tutor personale per avere supporto e orientamento nella fase di scelta e confronto per definire quale struttura può essere idonea per il proprio percorso.

Chiudi

L’Alternanza Scuola Lavoro è diventata attraverso la riforma “La Buona Scuola” parte integrante dei curricoli scolastici, con l’obiettivo di arricchire e completare la formazione degli studenti. L’Alternanza Scuola Lavoro prevede che parte della formazione curricolare venga svolta anche mediante l’inserimento dello studente in ambito lavorativo (tramite stage, tirocini formativi, esperienze lavorative anche i apprendistato), fornendo la possibilità di arricchire conoscenze e competenze.

L’alternanza scuola lavoro ha quindi lo scopo di:

  • Realizzare un collegamento tra istituzioni scolastiche e mondo del lavoro;
  • Arricchire la formazione scolastica tradizionale dello studente.

 

Chiudi

Lo studente seleziona e sceglie autonomamente un’associazione, azienda, ente o struttura ospitante nel suo territorio con la sola condizione che la Personal Tutor, supervisioni l’attinenza delle attività svolte e certificate, affinché possano essere in linea con l’indirizzo di studi.

Per ovvie ragioni logistiche, organizzative e di gestione del tempo disponibile differente per ogni singolo allievo, le attività assimilabili ad alternanza scuola lavoro potranno essere quindi certificate da una struttura scelta e trovata dallo stesso.

Chiudi

iScuola non può fornire ne rilasciare alcuna certificazione di attività di Alternanza Scuola Lavoro ai propri studenti.

iScuola fornisce ai propri studenti la modulistica in linea con le disposizioni normative e l’orientamento necessario per scegliere e certificare le attività in linea con il proprio percorso di studio.

Le ore vanno svolte presso un’organizzazione, un ente o azienda esterna, le cui attività avere attinenza con l’indirizzo studi seguito dallo studente.

 

Chiudi

Sì, è possibile svolgere le ore in qualsiasi periodo dell’anno, anche nel periodo estivo, affinchè tutte le attività minime previste per l’Alternanza Scuola Lavoro siano effettuate e certificate nel periodo di tempo utile per poter sostenere gli esami di Stato (maturità).

Chiudi

Per gli studenti di IScuola non è obbligatorio aver svolto attività di Alternanza Scuola Lavoro ma è necessario certificare con una dichiarazione rilasciata da un’azienda, ente o associazione di aver svolto attività assimilabili ad essa.

La nostra segreteria amministrativa fornisce i modelli corretti secondo le linee guida ministeriali, da utilizzare per documentare l’attività o le esperienze svolte, mentre i Personal Tutor orientano i nostri studenti al fine di poter svolgere gli esami di idoneità e poter accedere agli esami di Stato (maturità). Dall’anno scolastico 2018/19 certificare di aver svolto attività assimilabili all’Alternanza Scuola Lavoro è requisito obbligatorio per accedere agli esami di stato.

Chiudi

Gli studenti lavoratori la cui professione è inerente al loro percorso di studi, potranno svolgere il programma di alternanza scuola lavoro presso l’azienda per cui lavorano, documentando le mansioni svolte e le competenze acquisite come precedentemente indicato.

Nel caso in cui la professione dello studente non sia inerente al percorso di studio, il candidato dovrà cercare una struttura ospitante differente, che possa fornirgli competenze congrue a quelle previste dal percorso di studi al quale iscritto.

Gli studenti lavoratori di iScuola, possono confrontarsi con il proprio Tutor personale per avere supporto e orientamento al fine di comprendere se le proprie esperienze professionali, possono essere idonee e sufficienti per la certificazione e assolvimento dell’obbligo delle ore di Alternanza Scuola Lavoro richieste nel loro percorso di studi.

Chiudi